#ssdpalermo Instagram Photos & Videos

ssdpalermo Pikdo

The total number of posts up to now is 4,298 with the ssdpalermo hashtag.

Hashtag Popularity

17.2
average comments
1.7k
average likes

Latest #ssdpalermo Posts

  • #ssdpalermo #comunicatoufficiale #siamoaquilesiamofattipervolare #forzapalermosempre 
IL CDA DEL 26 MAGGIO

Il Consiglio di Amministrazione di SSD Palermo del 26 maggio ha approvato il Regolamento sulla sicurezza in tema di emergenza sanitaria ed approfondito ulteriormente ogni considerazione sul Centro sportivo ritenuto prioritario per il migliore sviluppo della nostra Società, l’intera area metropolitana ed i tifosi. Il Consiglio, inoltre, ha avuto modo di riaffrontare il tema del budget dei prossimi due anni che, a seguito dell'emergenza sanitaria, è stato messo all'ordine del giorno su istanza del Consigliere Tony Di Piazza. Su richiesta del Presidente, il budget è stato riconfermato interamente ed all’unanimità. In seno al Consiglio, ancora e tra le altre cose, l’Amministratore Delegato ha ulteriormente aggiornato i Consiglieri in merito all’attività svolta.
  • #ssdpalermo #comunicatoufficiale #siamoaquilesiamofattipervolare #forzapalermosempre
    IL CDA DEL 26 MAGGIO

    Il Consiglio di Amministrazione di SSD Palermo del 26 maggio ha approvato il Regolamento sulla sicurezza in tema di emergenza sanitaria ed approfondito ulteriormente ogni considerazione sul Centro sportivo ritenuto prioritario per il migliore sviluppo della nostra Società, l’intera area metropolitana ed i tifosi. Il Consiglio, inoltre, ha avuto modo di riaffrontare il tema del budget dei prossimi due anni che, a seguito dell'emergenza sanitaria, è stato messo all'ordine del giorno su istanza del Consigliere Tony Di Piazza. Su richiesta del Presidente, il budget è stato riconfermato interamente ed all’unanimità. In seno al Consiglio, ancora e tra le altre cose, l’Amministratore Delegato ha ulteriormente aggiornato i Consiglieri in merito all’attività svolta.

  •  140  8  4 hours ago
  • 🇮🇹Лука Тони🇮🇹
⠀
26 мая 1977 года родился выдающийся нападающий сборной Италии (49 матчей, 16 голов), победитель Чемпионата мира 2006 года, чемпион и обладатель Кубка Германии, обладатель Золотой бутсы УЕФА 2006 года - Лука Тони!!!
⠀
🇮🇹Luca Toni🇮🇹
⠀
On May 26, 1977, an outstanding striker of the Italian national team was born (49 matches, 16 goals), winner of the 2006 World Cup, champion and winner of the German Cup, winner of the 2006 UEFA Golden Boot - Luca Toni!!!
⠀
Leggenda @luca_toni.9 di buon compleanno!!!
⠀
#forward #лукатони #lucatoni #vivoazzurro #azzurri #eroiazzurri #squadraazzurra #nazionale #forzaitalia #nazionaleitaliana #wearecalcio #forzavicenza #forzalane #forzabrescia #bresciacalcio #siamoaquile #ssdpalermo #forzaviola #fiorentina #acffiorentina #miasanmia #weiterimmerweiter #daiverona #hellasveronafc
  • 🇮🇹Лука Тони🇮🇹

    26 мая 1977 года родился выдающийся нападающий сборной Италии (49 матчей, 16 голов), победитель Чемпионата мира 2006 года, чемпион и обладатель Кубка Германии, обладатель Золотой бутсы УЕФА 2006 года - Лука Тони!!!

    🇮🇹Luca Toni🇮🇹

    On May 26, 1977, an outstanding striker of the Italian national team was born (49 matches, 16 goals), winner of the 2006 World Cup, champion and winner of the German Cup, winner of the 2006 UEFA Golden Boot - Luca Toni!!!

    Leggenda @luca_toni.9 di buon compleanno!!!

    #forward #лукатони #lucatoni #vivoazzurro #azzurri #eroiazzurri #squadraazzurra #nazionale #forzaitalia #nazionaleitaliana #wearecalcio #forzavicenza #forzalane #forzabrescia #bresciacalcio #siamoaquile #ssdpalermo #forzaviola #fiorentina #acffiorentina #miasanmia #weiterimmerweiter #daiverona #hellasveronafc

  •  147  4  5 hours ago
  • Partite Memorabili 
Palermo - Catania: 5 - 0 
Una festa, uno spettacolo, una giornata davvero indimenticabile per gli oltre 33000 tifosi che domenica 4 aprile si sono accalcati sugli spalti di un Barbera straboccante di felicità ed entusiasmo. 
7 minuti di gioco con una splendida azione di Antonio Filippini che, ricevuta palla da Corini, ha dribblato due difensori etnei e ha lasciato partire una rasoiata dal limite dell’area che ha trafitto Concetti

il raddoppio è arrivato dalla testa di Biava, al primo gol con la maglia del Palermo e giudicato dagli addetti ai lavori come il migliore in campo

il terzo gol lo mette a segno Toni su assist perfetto di Gasbarroni. 
la quarta rete la segna Emanuele Filippini e i due gemelli bresciani così, riescono per la prima volta ad andare in gol insieme, nella stessa partita.

la quinta rete arriva su calcio di rigore procurato da Grosso e calciato, per gentile concessione di Eugenio Corini, da Toni.

PALERMO-CATANIA 5 - 0 (primo tempo 2 - 0)
Marcatori: 7’ pt A. Filippini, 30’ pt G. Biava, 12’ st L. Toni, 25’ st E. Filippini, 28’ st L. Toni (rig.).
PALERMO (4-4-1-1): G. Berti, K. Conteh (32' st Nastase), G. Biava (41' st Vasari), P. Accardi, F. Grosso, A. Filippini, M. Mutarelli (32' st Di Donato), E. Corini, E. Filippini, A. Gasbarroni, L. Toni. A disp.: N. Santoni, G. Vasari, D. Di Donato, S. Masiello, S. Pepe, V. Nastase, M. Ferri.
CATANIA (4-4-2): E. Concetti, N. Diliso, G. Stendardo, A. Zoppetti, A. Giallombardo, M. Fini (20' st Montervino), A. Behi, V. Grieco, G. Mascara, C. Taldo (9' st Sedivec), L. Oliveira. A disp.: P. Mancini, P. Fusco, J. Sedivec, L. Pagliuca, F. Montervino, E. Terra, E. Berrettoni.
  • Partite Memorabili
    Palermo - Catania: 5 - 0
    Una festa, uno spettacolo, una giornata davvero indimenticabile per gli oltre 33000 tifosi che domenica 4 aprile si sono accalcati sugli spalti di un Barbera straboccante di felicità ed entusiasmo.
    7 minuti di gioco con una splendida azione di Antonio Filippini che, ricevuta palla da Corini, ha dribblato due difensori etnei e ha lasciato partire una rasoiata dal limite dell’area che ha trafitto Concetti

    il raddoppio è arrivato dalla testa di Biava, al primo gol con la maglia del Palermo e giudicato dagli addetti ai lavori come il migliore in campo

    il terzo gol lo mette a segno Toni su assist perfetto di Gasbarroni.
    la quarta rete la segna Emanuele Filippini e i due gemelli bresciani così, riescono per la prima volta ad andare in gol insieme, nella stessa partita.

    la quinta rete arriva su calcio di rigore procurato da Grosso e calciato, per gentile concessione di Eugenio Corini, da Toni.

    PALERMO-CATANIA 5 - 0 (primo tempo 2 - 0)
    Marcatori: 7’ pt A. Filippini, 30’ pt G. Biava, 12’ st L. Toni, 25’ st E. Filippini, 28’ st L. Toni (rig.).
    PALERMO (4-4-1-1): G. Berti, K. Conteh (32' st Nastase), G. Biava (41' st Vasari), P. Accardi, F. Grosso, A. Filippini, M. Mutarelli (32' st Di Donato), E. Corini, E. Filippini, A. Gasbarroni, L. Toni. A disp.: N. Santoni, G. Vasari, D. Di Donato, S. Masiello, S. Pepe, V. Nastase, M. Ferri.
    CATANIA (4-4-2): E. Concetti, N. Diliso, G. Stendardo, A. Zoppetti, A. Giallombardo, M. Fini (20' st Montervino), A. Behi, V. Grieco, G. Mascara, C. Taldo (9' st Sedivec), L. Oliveira. A disp.: P. Mancini, P. Fusco, J. Sedivec, L. Pagliuca, F. Montervino, E. Terra, E. Berrettoni.

  •  18  1  6 hours ago
  • #repost @ssdpalermoofficial ——————————————
A pochi giorni dallo stop agli allenamenti, e in attesa del pronunciamento del Consiglio Federale della FIGC in merito alla proposta da parte della Lega Nazionale Dilettanti di considerare promosse tutte le squadre attualmente prime in classifica nei relativi gironi, la società saluta e ringrazia tutti i protagonisti di questa stagione straordinaria, che sempre verrà ricordata nella storia sportiva (e non solo) della città. Calciatori, allenatore e team tecnico, staff medico, dipendenti e collaboratori: ciascuno di loro è stato un tassello fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi stagionali e per la rinascita del Palermo. A tutti loro, chi continua il suo percorso in rosanero e chi seguirà altre strade, la Società e tutti i tifosi saranno per sempre grati. ——————————————— 💗🖤
#ssdpalermo #palermocalcio #rosanero #palermo
  • #repost @ssdpalermoofficial ——————————————
    A pochi giorni dallo stop agli allenamenti, e in attesa del pronunciamento del Consiglio Federale della FIGC in merito alla proposta da parte della Lega Nazionale Dilettanti di considerare promosse tutte le squadre attualmente prime in classifica nei relativi gironi, la società saluta e ringrazia tutti i protagonisti di questa stagione straordinaria, che sempre verrà ricordata nella storia sportiva (e non solo) della città. Calciatori, allenatore e team tecnico, staff medico, dipendenti e collaboratori: ciascuno di loro è stato un tassello fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi stagionali e per la rinascita del Palermo. A tutti loro, chi continua il suo percorso in rosanero e chi seguirà altre strade, la Società e tutti i tifosi saranno per sempre grati. ——————————————— 💗🖤
    #ssdpalermo #palermocalcio #rosanero #palermo

  •  87  10  8 hours ago
  • L'OMAGGIO

Nell'anno della promozione con Ghito Vernazza indiscusso trascinatore (stagione '58/'59), succede che IL PALERMO venga omaggiato alla 'Favorita' dalla presenza di Gino Bramieri e Raimondo Vianello.
I due artisti hanno lavorato spesso insieme e di Vianello conosciamo tutti la passione che nutriva per il calcio.
PRESSING è stata una delle migliori trasmissioni Mediaset, soprattutto per i toni rilassati e anche competenti del compianto Raimondo. 
I convenevoli a centrocampo vengono espletati dal Capitano Enzo Benedetti.
Autentico Jolly di centrocampo, il ligure spende quasi tutta la carriera agonistica in ROSANERO, avendo totalizzato sporadiche presenze con SPEZIA e LATINA e ben 273 da AQUILA, prima timida e poi più che REALE.
Da aggiungere altre 11 caps che lo portano a 284: Benedetti è secondo soltanto a Biffi.
Di reti, neanche a parlarne: la soddisfazione arriva da una realizzazione in Coppa Italia.
Se aggiungiamo le tre Promozioni, raggiunte nell'arco di dieci stagioni (1955-1965), ci rendiamo conto dello spessore di un grandissimo professionista, in seguito allenatore nelle serie minori (un Campionato di Serie D vinto a SIRACUSA) con tanto di soddisfazione finale.
Commissario Tecnico, dal 1982 all'84, della Nazionale Femminile: oggi tanto di moda, allora e fino a poco tempo fa in coda alle preferenze sportive del nostro Belpaese.

Photo colored & Article by Dario Romano
ilpalermo.net

#palermo #palermocalcio #uspalermo #ssdpalermo #rosanero #siamoaquile #raimondovianello #ginobramieri #enzobenedetti #seriea #serieb #seried
  • L'OMAGGIO

    Nell'anno della promozione con Ghito Vernazza indiscusso trascinatore (stagione '58/'59), succede che IL PALERMO venga omaggiato alla 'Favorita' dalla presenza di Gino Bramieri e Raimondo Vianello.
    I due artisti hanno lavorato spesso insieme e di Vianello conosciamo tutti la passione che nutriva per il calcio.
    PRESSING è stata una delle migliori trasmissioni Mediaset, soprattutto per i toni rilassati e anche competenti del compianto Raimondo.
    I convenevoli a centrocampo vengono espletati dal Capitano Enzo Benedetti.
    Autentico Jolly di centrocampo, il ligure spende quasi tutta la carriera agonistica in ROSANERO, avendo totalizzato sporadiche presenze con SPEZIA e LATINA e ben 273 da AQUILA, prima timida e poi più che REALE.
    Da aggiungere altre 11 caps che lo portano a 284: Benedetti è secondo soltanto a Biffi.
    Di reti, neanche a parlarne: la soddisfazione arriva da una realizzazione in Coppa Italia.
    Se aggiungiamo le tre Promozioni, raggiunte nell'arco di dieci stagioni (1955-1965), ci rendiamo conto dello spessore di un grandissimo professionista, in seguito allenatore nelle serie minori (un Campionato di Serie D vinto a SIRACUSA) con tanto di soddisfazione finale.
    Commissario Tecnico, dal 1982 all'84, della Nazionale Femminile: oggi tanto di moda, allora e fino a poco tempo fa in coda alle preferenze sportive del nostro Belpaese.

    Photo colored & Article by Dario Romano
    ilpalermo.net

    #palermo #palermocalcio #uspalermo #ssdpalermo #rosanero #siamoaquile #raimondovianello #ginobramieri #enzobenedetti #seriea #serieb #seried

  •  35  1  8 hours ago
  • (FOTO RECUPERATA A COLORI)

Classe 31' Enzo Benedetti era un centrocampista dalle spiccate doti,principalmente il suo ruolo era quello del mediano,se qualcuno lo vide giocare dal 55 al 65,si ricorderà di lui,uno dei primi capitani e bandiera di questa squadra,lui Spezino di nascita ma adottato a Palermo nei suoi ultimi anni da calciatore,tanto che sposò una Palermitana e sposò anche il fatto di vivere in una delle città più importanti d'italia,nonchè una tra le più belle. Era un mediano in grado di giocare in tutte le aree del campo: quindi veniva considerato un jolly. Incomincia la carriera da calciatore muovendo i primi passi nel Carpanesi Boys di La Spezia, per poi essere prelevato proprio dal primo club dell'omonima città ligure, lo Spezia. La squadra disputa il campionato di Serie C 1951-1952 e Benedetti colleziona 24 presenze. Lo Spezia, al termine della stagione, sarà però assorbito nella nuova IV Serie (Serie D dell'epoca). Proprio in tale livello calcistico passerà in seguito nel Latina per l'edizione 1952-1953, giocando nella Chinotto Neri, squadra calcistica di Roma, per il biennio successivo 1953-1955, con la quale ottiene un secondo posto consecutivo.

Dopo l'esperienza a Roma, passa al Palermo appena l'estate successiva, che si appresta a disputare la Serie B 1955-1956. Otterrà la promozione nella Serie A 1956-1957 con un secondo posto finale. Ha successivamente esordito in massima categoria, con la maglia rosanero e per la sua prima volta, il 18 settembre 1956, in Palermo-Lanerossi Vicenza (3-1). Con i siciliani giocò 10 stagioni consecutive, sino al 1964-1965, divenendone capitano dal 1955, dopo il suo primo arrivo in Sicilia, al 1962. Con loro realizzò anche il suo primo e unico gol in carriera, nonché della bandiera, nella partita in trasferta contro il Napoli valevole per la terza giornata del girone H di Coppa Italia 1958, persa 4-2.

In carriera ha totalizzato complessivamente 101 presenze in Serie A e 172 presenze in Serie B, contribuendo a 3 promozioni in massima serie con il Palermo.

#infiltratorosanero 
#ssdpalermo #siamoaquile #story #photo #football
  • (FOTO RECUPERATA A COLORI)

    Classe 31' Enzo Benedetti era un centrocampista dalle spiccate doti,principalmente il suo ruolo era quello del mediano,se qualcuno lo vide giocare dal 55 al 65,si ricorderà di lui,uno dei primi capitani e bandiera di questa squadra,lui Spezino di nascita ma adottato a Palermo nei suoi ultimi anni da calciatore,tanto che sposò una Palermitana e sposò anche il fatto di vivere in una delle città più importanti d'italia,nonchè una tra le più belle. Era un mediano in grado di giocare in tutte le aree del campo: quindi veniva considerato un jolly. Incomincia la carriera da calciatore muovendo i primi passi nel Carpanesi Boys di La Spezia, per poi essere prelevato proprio dal primo club dell'omonima città ligure, lo Spezia. La squadra disputa il campionato di Serie C 1951-1952 e Benedetti colleziona 24 presenze. Lo Spezia, al termine della stagione, sarà però assorbito nella nuova IV Serie (Serie D dell'epoca). Proprio in tale livello calcistico passerà in seguito nel Latina per l'edizione 1952-1953, giocando nella Chinotto Neri, squadra calcistica di Roma, per il biennio successivo 1953-1955, con la quale ottiene un secondo posto consecutivo.

    Dopo l'esperienza a Roma, passa al Palermo appena l'estate successiva, che si appresta a disputare la Serie B 1955-1956. Otterrà la promozione nella Serie A 1956-1957 con un secondo posto finale. Ha successivamente esordito in massima categoria, con la maglia rosanero e per la sua prima volta, il 18 settembre 1956, in Palermo-Lanerossi Vicenza (3-1). Con i siciliani giocò 10 stagioni consecutive, sino al 1964-1965, divenendone capitano dal 1955, dopo il suo primo arrivo in Sicilia, al 1962. Con loro realizzò anche il suo primo e unico gol in carriera, nonché della bandiera, nella partita in trasferta contro il Napoli valevole per la terza giornata del girone H di Coppa Italia 1958, persa 4-2.

    In carriera ha totalizzato complessivamente 101 presenze in Serie A e 172 presenze in Serie B, contribuendo a 3 promozioni in massima serie con il Palermo.

    #infiltratorosanero
    #ssdpalermo #siamoaquile #story #photo #football

  •  11  0  10 hours ago
  • Partite Memorabili:
Palermo - Milan : 2 - 1 
Palermo stende il Milan all'ultimo secondo e sfata il tabù del "Barbera" continuando il trand positivo che lo aveva visto vincere in Coppa Uefa e poi in campionato a Cagliari. Il Milan dopo tre pareggi consecutivi torna a casa a bocca asciutta ma la formazione di Carlo Ancelotti spreca una grande occasione perché per lunghi tratti domina la partita. 
Kakà e compagni sbagliano una interminabile serie di palle gol, Gilardino non ne vuol sapere di sbloccarsi e quando si trova davanti un portiere in serata di grazia come Fontana c'è ben poco da fare. Poi c'è da rivedere l'azione del pareggio del Palermo, probabilmente viziata da un tocco con le mani di Amauri. 
10' Gilardino serve Kaka', il brasiliano pesca Seedorf da solo in area, in posizione regolare, che supera senza problemi Fontana. 
27' il Palermo Pareggia: cross di Simplicio, Amauri aggancia in area controlla il pallone e serve sottoporta per Diana che insacca.

47' Miccoli direttamente su calcio di punizione in pieno recupero trafigge Kalac. Il Milan e' al tappeto proprio alla fine. 
PALERMO (4-3-1-2): Fontana; Diana, Zaccardo, Barzagli, Cassani (28' st Rinaudo); Migliaccio, Simplicio, Caserta (16' st Cavani); Bresciano (16' st Jankovic); Miccoli, Amauri. In panchina: Agliardi, Brienza, Giov. Tedesco, Guana. Allenatore: Colantuono. 
MILAN (4-3-2-1): Kalac; Oddo, Nesta, Kaladze, Jankulovski; Gattuso, Pirlo, Emerson (31' st Brocchi); Kakà, Seedorf; Gilardino (31' st Inzaghi). In panchina: Fiori, Cafu, Favalli, Simic, Gourcuff. Allenatore: Ancelotti. .
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp
  • Partite Memorabili:
    Palermo - Milan : 2 - 1
    Palermo stende il Milan all'ultimo secondo e sfata il tabù del "Barbera" continuando il trand positivo che lo aveva visto vincere in Coppa Uefa e poi in campionato a Cagliari. Il Milan dopo tre pareggi consecutivi torna a casa a bocca asciutta ma la formazione di Carlo Ancelotti spreca una grande occasione perché per lunghi tratti domina la partita.
    Kakà e compagni sbagliano una interminabile serie di palle gol, Gilardino non ne vuol sapere di sbloccarsi e quando si trova davanti un portiere in serata di grazia come Fontana c'è ben poco da fare. Poi c'è da rivedere l'azione del pareggio del Palermo, probabilmente viziata da un tocco con le mani di Amauri.
    10' Gilardino serve Kaka', il brasiliano pesca Seedorf da solo in area, in posizione regolare, che supera senza problemi Fontana.
    27' il Palermo Pareggia: cross di Simplicio, Amauri aggancia in area controlla il pallone e serve sottoporta per Diana che insacca.

    47' Miccoli direttamente su calcio di punizione in pieno recupero trafigge Kalac. Il Milan e' al tappeto proprio alla fine.
    PALERMO (4-3-1-2): Fontana; Diana, Zaccardo, Barzagli, Cassani (28' st Rinaudo); Migliaccio, Simplicio, Caserta (16' st Cavani); Bresciano (16' st Jankovic); Miccoli, Amauri. In panchina: Agliardi, Brienza, Giov. Tedesco, Guana. Allenatore: Colantuono.
    MILAN (4-3-2-1): Kalac; Oddo, Nesta, Kaladze, Jankulovski; Gattuso, Pirlo, Emerson (31' st Brocchi); Kakà, Seedorf; Gilardino (31' st Inzaghi). In panchina: Fiori, Cafu, Favalli, Simic, Gourcuff. Allenatore: Ancelotti. .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp

  •  25  1  11 hours ago
  • Partite Memorabili:
Fiorentina - Palermo : 1 - 2
Un gran Palermo espugna il Franchi di Firenze infliggendo ai viola il secondo stop casalingo della stagione per 2-1. Il successo dei rosanero ci sta tutto, dopo una partita dominata per circa 60', fino al gol di Gilardino che poteva riaprire tutto. Numeri di alta classe calcistica quelli proposti da Ilicic e Pastore. Deludente la Fiorentina che soffre non poco le giocate dei "campioncini" rosa, ma che spreca l'occasione per riprendere la partita sciupando un calcio di rigore con Ljajic. Poi Sirigu mette la sua impronta con un paio di interventi decisivi e l'espulsione di Montolivo tarpa definitivamente le ali ai viola.

Al 21' il Palermo passa in vantaggio con una magia di Ilicic che riceve palla da Pinilla e con un sinistro a giro preciso e potente infila il pallone all'incrocio

Al 37' il Palermo raddoppia con un'altra azione da manuale: Pastore scambia con Nocerino e viene liberato davanti a Frey, dribbling dell'argentino sull'uscita del portiere e pallone in rete.

Al 13' La Fiorentina accorcia le distanze: cross di Santana e palla in mezzo per Gilardino che ruba il tempo a Bovo e insacca.

FIORENTINA (4-2-3-1): Frey; De Silvestri (42' pt Comotto), Gamberini, Kroldrup, Pasqual; Donadel, Montolivo; Cerci (31' st Bolatti), Ljajic, Marchionni (11' st Santana); Gilardino. (Boruc, Felipe, Zanetti, Babacar). All.: Mihajlovic 
PALERMO (4-3-2-1): Sirigu; Cassani, Munoz, Bovo, Balzaretti; Nocerino, Bacinovic, Migliaccio; Pastore (45' st Maccarone), Ilicic (39' st Kasami); Pinilla (22' st Hernandez). (Benussi, Darmian, Glik, Garcia). All.: D. Rossi
.
.
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfypq
  • Partite Memorabili:
    Fiorentina - Palermo : 1 - 2
    Un gran Palermo espugna il Franchi di Firenze infliggendo ai viola il secondo stop casalingo della stagione per 2-1. Il successo dei rosanero ci sta tutto, dopo una partita dominata per circa 60', fino al gol di Gilardino che poteva riaprire tutto. Numeri di alta classe calcistica quelli proposti da Ilicic e Pastore. Deludente la Fiorentina che soffre non poco le giocate dei "campioncini" rosa, ma che spreca l'occasione per riprendere la partita sciupando un calcio di rigore con Ljajic. Poi Sirigu mette la sua impronta con un paio di interventi decisivi e l'espulsione di Montolivo tarpa definitivamente le ali ai viola.

    Al 21' il Palermo passa in vantaggio con una magia di Ilicic che riceve palla da Pinilla e con un sinistro a giro preciso e potente infila il pallone all'incrocio

    Al 37' il Palermo raddoppia con un'altra azione da manuale: Pastore scambia con Nocerino e viene liberato davanti a Frey, dribbling dell'argentino sull'uscita del portiere e pallone in rete.

    Al 13' La Fiorentina accorcia le distanze: cross di Santana e palla in mezzo per Gilardino che ruba il tempo a Bovo e insacca.

    FIORENTINA (4-2-3-1): Frey; De Silvestri (42' pt Comotto), Gamberini, Kroldrup, Pasqual; Donadel, Montolivo; Cerci (31' st Bolatti), Ljajic, Marchionni (11' st Santana); Gilardino. (Boruc, Felipe, Zanetti, Babacar). All.: Mihajlovic
    PALERMO (4-3-2-1): Sirigu; Cassani, Munoz, Bovo, Balzaretti; Nocerino, Bacinovic, Migliaccio; Pastore (45' st Maccarone), Ilicic (39' st Kasami); Pinilla (22' st Hernandez). (Benussi, Darmian, Glik, Garcia). All.: D. Rossi
    .
    .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfypq

  •  23  0  11 hours ago
  • Il Zidane della B: Lamberto Zauli

Il presidente Zamparini mi convinse ad accettare Palermo ed ebbi soltanto il tempo di avvisare mia moglie e mi ritrovai in viaggio per Palermo, senza neanche un bagaglio. Devo ammettere che quel giro di campo davanti ai tifosi, in delirio per il mio arrivo, non lo scorderò per il resto della mia vita”, ricorda con emozione.

Così ebbe inizio una meravigliosa favola di calcio che sarebbe stata consegnata agli archivi rosanero di sempre. Zauli disputa a Palermo tre stagioni, collezionando 69 presenze e realizzando 14 reti. Ma non tutto andò per il verso giusto, qualche infortunio di troppo ha ostacolato un cammino che poteva essere ancora migliore: il più grave fu la frattura del perone, rimediata il 26 ottobre del 2002 in un fortuito scontro di gioco con il giocatore del Cagliari Grassadonia che lo costrinse a restare fuori per tutto il girone di andata.

Al suo ritorno Zauli contribuì a trascinare i compagni ad un soffio dalla promozione, sfumata all’ultima giornata a Lecce (3 a 0, 7 giugno 2003). Ma il destino fu più generoso nelle due stagioni successive, Zauli fu uno degli artefici del ritorno del Palermo in serie A e l’anno dopo disputò un altro strepitoso campionato nella massima serie.

Nella mente di Zauli affiorano tanti bei ricordi. “La partita della promozione con la Triestina (3-1 il 29 maggio 2004); la vittoria a Catania (0 – 2 del 9 novembre 2003) dove segnai uno dei due gol; la partita a Milano con l’Inter (1 – 1 il 18 settembre 2004) davanti a 15 mila tifosi rosanero in delirio che celebravano la prima trasferta in A dopo 32 anni; il gol alla Lazio nella gara del 16 gennaio 2005, vinta in trasferta per 3 a 1 con doppietta di Luca Toni”. Leader in campo ed uomo spogliatoio, la sua classe e la sua tecnica furono sempre al servizio della squadra, indimenticabili i suoi assist. “Ho vissuto la città nella sua interezza, l’attaccamento dei tifosi è stato qualcosa di veramente eccezionale. La gente si stava riavvicinando al grande calcio dopo un lungo periodo nelle categorie inferiori.
  • Il Zidane della B: Lamberto Zauli

    Il presidente Zamparini mi convinse ad accettare Palermo ed ebbi soltanto il tempo di avvisare mia moglie e mi ritrovai in viaggio per Palermo, senza neanche un bagaglio. Devo ammettere che quel giro di campo davanti ai tifosi, in delirio per il mio arrivo, non lo scorderò per il resto della mia vita”, ricorda con emozione.

    Così ebbe inizio una meravigliosa favola di calcio che sarebbe stata consegnata agli archivi rosanero di sempre. Zauli disputa a Palermo tre stagioni, collezionando 69 presenze e realizzando 14 reti. Ma non tutto andò per il verso giusto, qualche infortunio di troppo ha ostacolato un cammino che poteva essere ancora migliore: il più grave fu la frattura del perone, rimediata il 26 ottobre del 2002 in un fortuito scontro di gioco con il giocatore del Cagliari Grassadonia che lo costrinse a restare fuori per tutto il girone di andata.

    Al suo ritorno Zauli contribuì a trascinare i compagni ad un soffio dalla promozione, sfumata all’ultima giornata a Lecce (3 a 0, 7 giugno 2003). Ma il destino fu più generoso nelle due stagioni successive, Zauli fu uno degli artefici del ritorno del Palermo in serie A e l’anno dopo disputò un altro strepitoso campionato nella massima serie.

    Nella mente di Zauli affiorano tanti bei ricordi. “La partita della promozione con la Triestina (3-1 il 29 maggio 2004); la vittoria a Catania (0 – 2 del 9 novembre 2003) dove segnai uno dei due gol; la partita a Milano con l’Inter (1 – 1 il 18 settembre 2004) davanti a 15 mila tifosi rosanero in delirio che celebravano la prima trasferta in A dopo 32 anni; il gol alla Lazio nella gara del 16 gennaio 2005, vinta in trasferta per 3 a 1 con doppietta di Luca Toni”. Leader in campo ed uomo spogliatoio, la sua classe e la sua tecnica furono sempre al servizio della squadra, indimenticabili i suoi assist. “Ho vissuto la città nella sua interezza, l’attaccamento dei tifosi è stato qualcosa di veramente eccezionale. La gente si stava riavvicinando al grande calcio dopo un lungo periodo nelle categorie inferiori.

  •  25  1  12 hours ago
  • AUGURIIIIII, BUON COMPLEANNO AD UN GRANDE BOMBER, FELICE COMPLEANNO #lucatoni  #ssdpalermo 🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂
  • AUGURIIIIII, BUON COMPLEANNO AD UN GRANDE BOMBER, FELICE COMPLEANNO #lucatoni #ssdpalermo 🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂🎂

  •  11  0  13 hours ago
  • Buon Compleanno Luca Toni «Sono nato il 26 maggio 1977 a Ligorzano, frazione di Pavullo nel Frignano, ero bambino a Serramazzoni da noi venivano parecchie squadre a fare il ritiro estivo: Fiorentina, Bologna, Lazio. «Ero juventino, in cameretta avevo il poster di Michel Platini, ma il mio idolo era Marco Van Basten del Milan. Ho cominciato a giocare nel Serramazzoni, da centrocampista, poi sono passato nel Maranello, la squadra del paese della Ferrari, a dieci minuti da casa mia. Ci allenavamo vicino alla pista, sentivamo i bolidi di Formula 1, mi pare che all’epoca il pilota numero uno fosse Michele Alboreto. Nonostante l’altezza, non ho mai giocato a basket; il mio sport numero due è il tennis. A Serramazzoni c’è un centro per giovani tennisti, li andavo sempre a vedere».
«A 13 anni sono entrato nel vivaio del Modena, nei Giovanissimi ho avuto la fortuna di essere allenato da Cinesinho». Parentesi per voi ragazzi: Sydney Cunha detto Cinesinho, classe 1935, brasiliano, centrocampista dai piedi magici, negli anni Sessanta ha giocato nel Palmeiras di San Paolo, nel Modena, nel Catania, nella Juve e nel Vicenza. «Cinesinho mi ha trasformato in centravanti. «A 17 anni ho fatto capolino nella prima squadra del Modena: 7 gol in 32 partite di C1. Poi Empoli e Fiorenzuola: annate difficili, condizionate dal servizio militare. La svolta arrivò nel 1998 col trasferimento alla Lodigiani, la terza squadra di Roma. Vivevo a Grottaferrata e l’allenatore era Guido Attardi, il primo a credere realmente nelle mie qualità. Proprio di fiducia avevo bisogno, di qualcuno che puntasse su di me con decisione».
Il direttore sportivo di quella squadra romana, Sagramola, passò poi a Vicenza e un paio di anni dopo andò a riprendersi Toni, finito nel frattempo al Treviso. «Il Vicenza mi cedette poi al Venezia, ma io preferii andare a Brescia per poter giocare al fianco di Roberto Baggio. Brescia è stato un trampolino di lancio per questa avventura nel Palermo, che mi ha spalancato le porte della Nazionale: sono così passato dalla maglia rosa del club siciliano a quella azzurra dell’Italia. Sinceramente, fino a un paio di anni fa non avrei mai sperato di approdare in Nazionale.
  • Buon Compleanno Luca Toni «Sono nato il 26 maggio 1977 a Ligorzano, frazione di Pavullo nel Frignano, ero bambino a Serramazzoni da noi venivano parecchie squadre a fare il ritiro estivo: Fiorentina, Bologna, Lazio. «Ero juventino, in cameretta avevo il poster di Michel Platini, ma il mio idolo era Marco Van Basten del Milan. Ho cominciato a giocare nel Serramazzoni, da centrocampista, poi sono passato nel Maranello, la squadra del paese della Ferrari, a dieci minuti da casa mia. Ci allenavamo vicino alla pista, sentivamo i bolidi di Formula 1, mi pare che all’epoca il pilota numero uno fosse Michele Alboreto. Nonostante l’altezza, non ho mai giocato a basket; il mio sport numero due è il tennis. A Serramazzoni c’è un centro per giovani tennisti, li andavo sempre a vedere».
    «A 13 anni sono entrato nel vivaio del Modena, nei Giovanissimi ho avuto la fortuna di essere allenato da Cinesinho». Parentesi per voi ragazzi: Sydney Cunha detto Cinesinho, classe 1935, brasiliano, centrocampista dai piedi magici, negli anni Sessanta ha giocato nel Palmeiras di San Paolo, nel Modena, nel Catania, nella Juve e nel Vicenza. «Cinesinho mi ha trasformato in centravanti. «A 17 anni ho fatto capolino nella prima squadra del Modena: 7 gol in 32 partite di C1. Poi Empoli e Fiorenzuola: annate difficili, condizionate dal servizio militare. La svolta arrivò nel 1998 col trasferimento alla Lodigiani, la terza squadra di Roma. Vivevo a Grottaferrata e l’allenatore era Guido Attardi, il primo a credere realmente nelle mie qualità. Proprio di fiducia avevo bisogno, di qualcuno che puntasse su di me con decisione».
    Il direttore sportivo di quella squadra romana, Sagramola, passò poi a Vicenza e un paio di anni dopo andò a riprendersi Toni, finito nel frattempo al Treviso. «Il Vicenza mi cedette poi al Venezia, ma io preferii andare a Brescia per poter giocare al fianco di Roberto Baggio. Brescia è stato un trampolino di lancio per questa avventura nel Palermo, che mi ha spalancato le porte della Nazionale: sono così passato dalla maglia rosa del club siciliano a quella azzurra dell’Italia. Sinceramente, fino a un paio di anni fa non avrei mai sperato di approdare in Nazionale.

  •  22  1  25 May, 2020
  • HB Mato 🎂
5 Stagioni, 147 presenze e 6 reti con la maglia del Palermo.
.
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp
  • HB Mato 🎂
    5 Stagioni, 147 presenze e 6 reti con la maglia del Palermo.
    .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp

  •  29  0  25 May, 2020
  • IL TABELLONE FINALE

Una Promozione annunciata, ancora non ratificata e non proprio sudata.
Perché il peggio, anche sul campo, poteva arrivare.

Sette punti di vantaggio soltanto un cuscinetto, non proprio un tesoretto.
Otto gare da disputare, con tre incontri casalinghi e ben cinque trasferte.
Abbordabile la prima a CORIGLIANO, proibitiva contro i rivali diretti del SAVOIA, impegnative a MESSINA e ACIREALE, probabilmente decisiva l'ultima col TROINA.
Gli innesti di Silipo, Floriano e Lucca hanno restituito freschezza ai ROSANERO, ma a LICATA il campanello d'allarme ha destato preoccupazione.
Resta comunque un dato di fatto: IL PALERMO era il Team più forte del Girone.
Rosario Pergolizzi chiude la sua seconda esperienza, alla guida della prima squadra, centrando l'obiettivo, anche se resterà per sempre il dubbio sull'eventuale esito finale.
Criticatissimo, ha avuto comunque il merito di aver reso vincente una compagine creata da zero, a tempo di record.
Con un primo posto mai mollato, frutto di dieci vittorie consecutive che hanno messo in cascina tanto fieno.
Gli infortuni di Santana, Ricciardo e Sforzini hanno rallentato la corsa, interrotta di fronte ad avversari di valore che ci hanno messo in difficoltà a domicilio.
Le formazioni 'coatte', con precise regole da rispettare, relative agli under, hanno complicato le scelte.
Una su tutte, mi ha lasciato perplesso: l'accantonamento (appena 7 presenze per pochissimi minuti), di colui cha ha realizzato la rete più importante di tutto il Campionato.
Raimondo Lucera a MARSALA ci regala la prima vittoria del PALERMO di HERA HORA, fondamentale per il morale e per quel filotto che altrimenti non ci sarebbe stato.
Articolo completo su
ilpalermo.net 
Dario Romano
ilpalermo.net

#palermo #palermocalcio #ssdpalermo #rosanero #siamoaquile #seriec #seried
  • IL TABELLONE FINALE

    Una Promozione annunciata, ancora non ratificata e non proprio sudata.
    Perché il peggio, anche sul campo, poteva arrivare.

    Sette punti di vantaggio soltanto un cuscinetto, non proprio un tesoretto.
    Otto gare da disputare, con tre incontri casalinghi e ben cinque trasferte.
    Abbordabile la prima a CORIGLIANO, proibitiva contro i rivali diretti del SAVOIA, impegnative a MESSINA e ACIREALE, probabilmente decisiva l'ultima col TROINA.
    Gli innesti di Silipo, Floriano e Lucca hanno restituito freschezza ai ROSANERO, ma a LICATA il campanello d'allarme ha destato preoccupazione.
    Resta comunque un dato di fatto: IL PALERMO era il Team più forte del Girone.
    Rosario Pergolizzi chiude la sua seconda esperienza, alla guida della prima squadra, centrando l'obiettivo, anche se resterà per sempre il dubbio sull'eventuale esito finale.
    Criticatissimo, ha avuto comunque il merito di aver reso vincente una compagine creata da zero, a tempo di record.
    Con un primo posto mai mollato, frutto di dieci vittorie consecutive che hanno messo in cascina tanto fieno.
    Gli infortuni di Santana, Ricciardo e Sforzini hanno rallentato la corsa, interrotta di fronte ad avversari di valore che ci hanno messo in difficoltà a domicilio.
    Le formazioni 'coatte', con precise regole da rispettare, relative agli under, hanno complicato le scelte.
    Una su tutte, mi ha lasciato perplesso: l'accantonamento (appena 7 presenze per pochissimi minuti), di colui cha ha realizzato la rete più importante di tutto il Campionato.
    Raimondo Lucera a MARSALA ci regala la prima vittoria del PALERMO di HERA HORA, fondamentale per il morale e per quel filotto che altrimenti non ci sarebbe stato.
    Articolo completo su
    ilpalermo.net
    Dario Romano
    ilpalermo.net

    #palermo #palermocalcio #ssdpalermo #rosanero #siamoaquile #seriec #seried

  •  20  0  25 May, 2020
  • Raccontiamo il terzino destro per molti ritenuto più forte della storia RosaNero.
Mattia Cassani

Passa a titolo definitivo al Palermo nella stagione 2006-2007, anche se la società bianconera avrebbe voluto servirsi delle sue prestazioni in vista del campionato di Serie B che si accingeva a disputare in seguito alle sentenze di Calciopoli. 
In questa annata aiuta la squadra rosanero a raggiungere uno storico quinto posto in Serie A (migliore risultato di sempre del club rosanero, se si esclude quello della stagione precedente ottenuto in seguito alle sentenze di Calciopoli). L'esordio in rosanero risale al 10 settembre 2006 in Palermo-Reggina (4-3), prima giornata di campionato.
Viene confermato anche per la stagione 2007-2008, nella quale avrà molte possibilità di partire da titolare giocando da esterno di centrocampo nel modulo 3-5-2. Ha realizzato il gol del 3-2 con un potente sinistro da fuori area che ha dato la vittoria al Palermo nella 32ª giornata di campionato contro la Juventus, sua ex squadra; è stato anche il suo primo gol in carriera.
Il 17 maggio 2009 raggiunge un traguardo da all of fame con quota 100 presenze in maglia rosanero.
Ancora vice-capitano nella stagione 2011-2012, il 4 agosto, in occasione della sfida di ritorno del terzo turno preliminare di Europa League contro gli svizzeri del Thun terminata 1-1, ottiene la 15ª presenza nelle competizioni internazionali per club con la maglia del Palermo, raggiungendo così Franco Brienza e Andrea Barzagli in testa a questa speciale classifica. Sarà questa la sua ultima presenza in maglia rosanero, poiché pochi giorni dopo lascia la squadra di sua volontà, dopo averci giocato per 188 volte fra campionato e coppe; in particolare, le 161 presenze in Serie A gli hanno permesso di diventare il calciatore con più presenze in massima serie della storia del Palermo, venendo superato il 5 maggio 2013 da Fabrizio Miccoli. 
5 stagioni tutte da protagonista, 188 presenze e 2 reti
.
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo
  • Raccontiamo il terzino destro per molti ritenuto più forte della storia RosaNero.
    Mattia Cassani

    Passa a titolo definitivo al Palermo nella stagione 2006-2007, anche se la società bianconera avrebbe voluto servirsi delle sue prestazioni in vista del campionato di Serie B che si accingeva a disputare in seguito alle sentenze di Calciopoli.
    In questa annata aiuta la squadra rosanero a raggiungere uno storico quinto posto in Serie A (migliore risultato di sempre del club rosanero, se si esclude quello della stagione precedente ottenuto in seguito alle sentenze di Calciopoli). L'esordio in rosanero risale al 10 settembre 2006 in Palermo-Reggina (4-3), prima giornata di campionato.
    Viene confermato anche per la stagione 2007-2008, nella quale avrà molte possibilità di partire da titolare giocando da esterno di centrocampo nel modulo 3-5-2. Ha realizzato il gol del 3-2 con un potente sinistro da fuori area che ha dato la vittoria al Palermo nella 32ª giornata di campionato contro la Juventus, sua ex squadra; è stato anche il suo primo gol in carriera.
    Il 17 maggio 2009 raggiunge un traguardo da all of fame con quota 100 presenze in maglia rosanero.
    Ancora vice-capitano nella stagione 2011-2012, il 4 agosto, in occasione della sfida di ritorno del terzo turno preliminare di Europa League contro gli svizzeri del Thun terminata 1-1, ottiene la 15ª presenza nelle competizioni internazionali per club con la maglia del Palermo, raggiungendo così Franco Brienza e Andrea Barzagli in testa a questa speciale classifica. Sarà questa la sua ultima presenza in maglia rosanero, poiché pochi giorni dopo lascia la squadra di sua volontà, dopo averci giocato per 188 volte fra campionato e coppe; in particolare, le 161 presenze in Serie A gli hanno permesso di diventare il calciatore con più presenze in massima serie della storia del Palermo, venendo superato il 5 maggio 2013 da Fabrizio Miccoli.
    5 stagioni tutte da protagonista, 188 presenze e 2 reti
    .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo

  •  42  2  25 May, 2020
  • La Società Sportiva Dilettantistica Palermo es un club de fútbol italiano, ubicado en Palermo, Sicilia, que juega en la Serie D desde la temporada 2019/2020, después de haber sido descendido por problemas administrativos de la Serie B en la temporada 2018/2019.
.
.
El 20 de octubre de 2019 la Unione Sportiva Citta Di Palermo desapareció oficialmente por impagos de más de 50 millones de euros. Fue fundado el 1 de noviembre de 1900 como Anglo-Palermitan Athletic and Foot-Ball Club, el club tuvo varios nombres antes de asumir su forma final, la Società Sportiva Dilettantistica Palermo.
.
.
El antiguo Palermo fue un club que nunca estuvo en los primeros puestos de la Serie A, cuando la jugaba, pero siempre está presente en los corazones de los aficionados al fútbol, puesto que, varios cracks del fútbol vistieron sus colores rosado y negro, jugadores tanto retirados como activos, que actualmente destacan en otros clubes de Europa.
.
.
Es por ello, que en esta cuenta @soccercomment_ig se da a conocer una lista de jugadores con renombre en el fútbol que han pasado por el Antiguo Palermo.
.
.
• Claudio Ranieri 🇮🇹
• Andrea Barzagli 🇮🇹
• Paulo Dybala 🇦🇷
• Josip Iličić 🇸🇮
• Javier Pastore 🇦🇷
• Fabio Grosso 🇮🇹
• Simon Kjær 🇩🇰
• Luca Toni 🇮🇹
• Kamil Glik 🇵🇱
• Andrea Belotti 🇮🇹
• Edinson Cavani 🇺🇾
• Franco Vázquez 🇦🇷
• Salvatore Sirigu 🇮🇹
• Bryan Cristante 🇮🇹
• Emerson Palmieri 🇮🇹
.
.
.
¿Qué otro jugador reconocido que haya pasado por el Antiguo Palermo conoces?
.
.
Dale Like 👍🏼 y Comenta 💬.
.
.
#futbolero #futbol⚽ #futbolmania #clubes #futbolpasion #futbollife #futbolitaliano #futbolmundial #ligaitalia  #liga #seriea #calcio #soccerword #soccer #calcioitaliano #ssdpalermo
  • La Società Sportiva Dilettantistica Palermo es un club de fútbol italiano, ubicado en Palermo, Sicilia, que juega en la Serie D desde la temporada 2019/2020, después de haber sido descendido por problemas administrativos de la Serie B en la temporada 2018/2019.
    .
    .
    El 20 de octubre de 2019 la Unione Sportiva Citta Di Palermo desapareció oficialmente por impagos de más de 50 millones de euros. Fue fundado el 1 de noviembre de 1900 como Anglo-Palermitan Athletic and Foot-Ball Club, el club tuvo varios nombres antes de asumir su forma final, la Società Sportiva Dilettantistica Palermo.
    .
    .
    El antiguo Palermo fue un club que nunca estuvo en los primeros puestos de la Serie A, cuando la jugaba, pero siempre está presente en los corazones de los aficionados al fútbol, puesto que, varios cracks del fútbol vistieron sus colores rosado y negro, jugadores tanto retirados como activos, que actualmente destacan en otros clubes de Europa.
    .
    .
    Es por ello, que en esta cuenta @soccercomment_ig se da a conocer una lista de jugadores con renombre en el fútbol que han pasado por el Antiguo Palermo.
    .
    .
    • Claudio Ranieri 🇮🇹
    • Andrea Barzagli 🇮🇹
    • Paulo Dybala 🇦🇷
    • Josip Iličić 🇸🇮
    • Javier Pastore 🇦🇷
    • Fabio Grosso 🇮🇹
    • Simon Kjær 🇩🇰
    • Luca Toni 🇮🇹
    • Kamil Glik 🇵🇱
    • Andrea Belotti 🇮🇹
    • Edinson Cavani 🇺🇾
    • Franco Vázquez 🇦🇷
    • Salvatore Sirigu 🇮🇹
    • Bryan Cristante 🇮🇹
    • Emerson Palmieri 🇮🇹
    .
    .
    .
    ¿Qué otro jugador reconocido que haya pasado por el Antiguo Palermo conoces?
    .
    .
    Dale Like 👍🏼 y Comenta 💬.
    .
    .
    #futbolero #futbol#futbolmania #clubes #futbolpasion #futbollife #futbolitaliano #futbolmundial #ligaitalia #liga #seriea #calcio #soccerword #soccer #calcioitaliano #ssdpalermo

  •  38  1  24 May, 2020
  • (FOTO RECUPERATA A COLORI)

Paolo Calò detto anche Paolino,è nato a Palermo il 23 Giugno del 1914, il suo ruolo era quello di portiere,ha vestito un sacco di volte la maglia rosanero ma questa fu una delle rare immagini in cui il Palermo vestiva la maglia giallorossa,ebbene si il Palermo dal 1938 alla stagione 1940 adottò la maglia giallorossa per volere del regime fascista e adottando il simbolo del fascismo,probabilmente quelle 3 stagioni sono state le più intense professionalmente per Paolo Calò visto le vicende riguardo la seconda guerra mondiale. Ma partiamo dall'inizio,Paolino nasce calcisticamente nell'Alcamo calcio,successivamente veste la maglia del Palermo dal 36 al 39 disputando 21 partite e subendo 27 reti,nelle stagioni giallorosse nel Palermo,Calò dal 38 al 40 dovette soffrire per 3 anni la serie B,una serie B mantenuta i primi 2 anni al 7° posto ma al 3° anno il Palermo ha chiuso al 13° posto,rischiando di retrocedere in varie domeniche.

Calò viene ritenuto uno dei più promettenti portieri di quell'epoca con la maglia del Palermo ,in cui riuscì a vestire finalmente anche il colore rosanero dal 44-45 e nel 46-47

Attualmente vive a Palermo

#infiltratorosanero
#ssdpalermo #siamoaquile #photo
#story #follower #followus #followforfollow
  • (FOTO RECUPERATA A COLORI)

    Paolo Calò detto anche Paolino,è nato a Palermo il 23 Giugno del 1914, il suo ruolo era quello di portiere,ha vestito un sacco di volte la maglia rosanero ma questa fu una delle rare immagini in cui il Palermo vestiva la maglia giallorossa,ebbene si il Palermo dal 1938 alla stagione 1940 adottò la maglia giallorossa per volere del regime fascista e adottando il simbolo del fascismo,probabilmente quelle 3 stagioni sono state le più intense professionalmente per Paolo Calò visto le vicende riguardo la seconda guerra mondiale. Ma partiamo dall'inizio,Paolino nasce calcisticamente nell'Alcamo calcio,successivamente veste la maglia del Palermo dal 36 al 39 disputando 21 partite e subendo 27 reti,nelle stagioni giallorosse nel Palermo,Calò dal 38 al 40 dovette soffrire per 3 anni la serie B,una serie B mantenuta i primi 2 anni al 7° posto ma al 3° anno il Palermo ha chiuso al 13° posto,rischiando di retrocedere in varie domeniche.

    Calò viene ritenuto uno dei più promettenti portieri di quell'epoca con la maglia del Palermo ,in cui riuscì a vestire finalmente anche il colore rosanero dal 44-45 e nel 46-47

    Attualmente vive a Palermo

    #infiltratorosanero
    #ssdpalermo #siamoaquile #photo
    #story #follower #followus #followforfollow

  •  8  0  24 May, 2020
  • Raccontiamo uno dei centrocampisti più prolifici del Palermo:
Luca Rigoni

Il 25 luglio 2014 si trasferisce al Palermo firmando un contratto triennale, ritrovando Giuseppe Iachini come tecnico per la quarta volta. Esordisce con la maglia rosanero nella prima partita utile, ossia la gara del terzo turno di Coppa Italia disputata il 24 agosto e persa per 3-0 contro il Modena. Il 29 ottobre 2014 segna la prima rete in maglia rosanero che è decisiva per battere il ChievoVerona, sua ex squadra, nella partita della nona giornata di campionato (1-0). Il 21 dicembre seguente, nella gara della 16ª giornata, segna la sua quarta rete in campionato nel 3-3 esterno contro l'Atalanta che gli fa eguagliare il record personale in termini realizzativi dell'annata precedente; tale record viene superato nella partita del 14 febbraio 2015 in cui segna nel 3-1 contro in Napoli.

Nonostante venga travolto dalla bufera Zamparini/Ballardini del 3 dicembre 2015 (messo ingiustamente fuori rosa da una dirigenza allo sbando, insieme a Enzo Maresca e Fabio Daprelà, per alcune divergenze con il presidente  a seguito della sconfitta casalinga 2-3 contro l'Alessandria nel quarto turno di Coppa Italia)

Luca ha lasciato a Palermo ricordi importanti, dimostrando di essere un centrocampista completo che tra impostazione, rottura, incursioni assist e goal è stato uno dei migliori calciatori della serie A con ben 9 reti in una sola stagione (2014/2015) che lo vide agire quasi sempre dietro l’affiatatissima coppia Vazquez Dybala.

11 reti e 41 presenze il totale della brevissima, ma intensa storia Palermitana, per Luca quella RosaNero rappresenterà l’apice della sua carriera.
.
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp
  • Raccontiamo uno dei centrocampisti più prolifici del Palermo:
    Luca Rigoni

    Il 25 luglio 2014 si trasferisce al Palermo firmando un contratto triennale, ritrovando Giuseppe Iachini come tecnico per la quarta volta. Esordisce con la maglia rosanero nella prima partita utile, ossia la gara del terzo turno di Coppa Italia disputata il 24 agosto e persa per 3-0 contro il Modena. Il 29 ottobre 2014 segna la prima rete in maglia rosanero che è decisiva per battere il ChievoVerona, sua ex squadra, nella partita della nona giornata di campionato (1-0). Il 21 dicembre seguente, nella gara della 16ª giornata, segna la sua quarta rete in campionato nel 3-3 esterno contro l'Atalanta che gli fa eguagliare il record personale in termini realizzativi dell'annata precedente; tale record viene superato nella partita del 14 febbraio 2015 in cui segna nel 3-1 contro in Napoli.

    Nonostante venga travolto dalla bufera Zamparini/Ballardini del 3 dicembre 2015 (messo ingiustamente fuori rosa da una dirigenza allo sbando, insieme a Enzo Maresca e Fabio Daprelà, per alcune divergenze con il presidente a seguito della sconfitta casalinga 2-3 contro l'Alessandria nel quarto turno di Coppa Italia)

    Luca ha lasciato a Palermo ricordi importanti, dimostrando di essere un centrocampista completo che tra impostazione, rottura, incursioni assist e goal è stato uno dei migliori calciatori della serie A con ben 9 reti in una sola stagione (2014/2015) che lo vide agire quasi sempre dietro l’affiatatissima coppia Vazquez Dybala.

    11 reti e 41 presenze il totale della brevissima, ma intensa storia Palermitana, per Luca quella RosaNero rappresenterà l’apice della sua carriera.
    .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp

  •  36  2  24 May, 2020
  • QUANTO MANCA IL DERBY ALLA SICILIA 💗🖤🦅vs ❤️💙🐘 La Stagione 2020/2021 si spera sarà quella del ritorno al derby siciliano tra Palermo e Catania dopo quel lontano 1-1 del 21 Aprile 2013. (In foto @paulodybala e Almiron nel match del 24/11/2012 giocato al Barbera e vinto 3-1 dal Palermo con le reti di Ilicic (2) e Miccoli per il Palermo e Lodi per il Catania. 
Il derby fra Palermo e Catania, per antonomasia il derby di Sicilia, costituisce la maggiore rivalità calcistica della Sicilia. I rosanero e i rossazzurri sono infatti i due club siciliani col maggior numero di partecipazioni al campionato di Serie A, oltre a rappresentare le due città più grandi dell'Isola.

Il computo totale degli 84 derby arride al Palermo, mentre il bilancio dei 18 disputati in Serie A è ad appannaggio del Catania: cinque vittorie per il Palermo, sei per i rossazzurri e sette pareggi. Alcuni dei marcatori del derby di Sicilia vanno ricordati per i propri record: Javier Pastore, del Palermo, è stato l'unico a riuscire a segnare una tripletta in un incontro, l'attaccante del Catania Giuseppe Mascara nella sfida del 1º marzo 2009 è riuscito a segnare con una parabola quasi da centrocampo, infine Luca Lugnan e Fabio Caserta sono gli unici autori di reti con entrambe le casacche. .
.
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #cataniacalcio #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #ultrascatania #curvanordinferione #siciliarosanero #palermocatania #catania #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #rossoazzurri #bhfyp
  • QUANTO MANCA IL DERBY ALLA SICILIA 💗🖤🦅vs ❤️💙🐘 La Stagione 2020/2021 si spera sarà quella del ritorno al derby siciliano tra Palermo e Catania dopo quel lontano 1-1 del 21 Aprile 2013. (In foto @paulodybala e Almiron nel match del 24/11/2012 giocato al Barbera e vinto 3-1 dal Palermo con le reti di Ilicic (2) e Miccoli per il Palermo e Lodi per il Catania.
    Il derby fra Palermo e Catania, per antonomasia il derby di Sicilia, costituisce la maggiore rivalità calcistica della Sicilia. I rosanero e i rossazzurri sono infatti i due club siciliani col maggior numero di partecipazioni al campionato di Serie A, oltre a rappresentare le due città più grandi dell'Isola.

    Il computo totale degli 84 derby arride al Palermo, mentre il bilancio dei 18 disputati in Serie A è ad appannaggio del Catania: cinque vittorie per il Palermo, sei per i rossazzurri e sette pareggi. Alcuni dei marcatori del derby di Sicilia vanno ricordati per i propri record: Javier Pastore, del Palermo, è stato l'unico a riuscire a segnare una tripletta in un incontro, l'attaccante del Catania Giuseppe Mascara nella sfida del 1º marzo 2009 è riuscito a segnare con una parabola quasi da centrocampo, infine Luca Lugnan e Fabio Caserta sono gli unici autori di reti con entrambe le casacche. .
    .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #cataniacalcio #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #ultrascatania #curvanordinferione #siciliarosanero #palermocatania #catania #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #rossoazzurri #bhfyp

  •  22  9  24 May, 2020
  • Raccontiamo un rosanero di Palermo,
Pietro Accardi

Da ragazzo giocava nella squadra del Villaggio Santa Rosalia,un quartiere di Palermo. Nel 1999, dopo dieci anni di permanenza nelle giovanili del Palermo (fino agli Allievi), passa al Marsala, dove si rende protagonista di una buona stagione: nell'annata 1999-2000, pur essendo molto giovane, racimola 14 presenze ed una rete in Serie C1 e viene selezionato da Roberto Boninsegna per la Nazionale giovanile di categoria.
L'anno successivo, fallito il Marsala, ritorna a Palermo a parametro zero, dove gioca 2 partite della Coppa Italia di Serie C. A fine stagione la squadra ottiene la promozione in Serie B.
Disputa da titolare le ultime due stagioni prima della promozione in Serie A, ottenuta nell'annata 2003-2004 rappresenta una colonna difensiva tra esterno basso e centrale nella storica promozione ottenuta con i vari Toni, Grosso e Corini. 
In massima serie non viene quasi mai schierato dall'allenatore Francesco Guidolin, che gli preferisce sempre l'ex perugino Fabio Grosso. Nella stagione 2004-2005 gioca una sola partita, quella contro la Reggina (1-0 per i granata), che costituisce il suo esordio in massima serie, campionato chiuso al 6º con la prima qualificazione in Coppa UEFA del Palermo.
Nella stagione 2005-2006 ha un infortunio le cui conseguenze si ripercuotono fino alla fine del campionato, ma riesce a fare il suo esordio in Coppa UEFA il 24 novembre 2005 in occasione di Espanyol-Palermo (1-1). In campionato gioca invece 6 partite, più le tre di Coppa Italia e le 3 della coppa europea.
.
.
.
.

#palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp
  • Raccontiamo un rosanero di Palermo,
    Pietro Accardi

    Da ragazzo giocava nella squadra del Villaggio Santa Rosalia,un quartiere di Palermo. Nel 1999, dopo dieci anni di permanenza nelle giovanili del Palermo (fino agli Allievi), passa al Marsala, dove si rende protagonista di una buona stagione: nell'annata 1999-2000, pur essendo molto giovane, racimola 14 presenze ed una rete in Serie C1 e viene selezionato da Roberto Boninsegna per la Nazionale giovanile di categoria.
    L'anno successivo, fallito il Marsala, ritorna a Palermo a parametro zero, dove gioca 2 partite della Coppa Italia di Serie C. A fine stagione la squadra ottiene la promozione in Serie B.
    Disputa da titolare le ultime due stagioni prima della promozione in Serie A, ottenuta nell'annata 2003-2004 rappresenta una colonna difensiva tra esterno basso e centrale nella storica promozione ottenuta con i vari Toni, Grosso e Corini.
    In massima serie non viene quasi mai schierato dall'allenatore Francesco Guidolin, che gli preferisce sempre l'ex perugino Fabio Grosso. Nella stagione 2004-2005 gioca una sola partita, quella contro la Reggina (1-0 per i granata), che costituisce il suo esordio in massima serie, campionato chiuso al 6º con la prima qualificazione in Coppa UEFA del Palermo.
    Nella stagione 2005-2006 ha un infortunio le cui conseguenze si ripercuotono fino alla fine del campionato, ma riesce a fare il suo esordio in Coppa UEFA il 24 novembre 2005 in occasione di Espanyol-Palermo (1-1). In campionato gioca invece 6 partite, più le tre di Coppa Italia e le 3 della coppa europea.
    .
    .
    .
    .

    #palermo #palermocalcio #calcio #football #rosanero #forzapalermo #curvanord #siamoaquile #sport #cn #serieb #seriea #ssdpalermo #uscittadipalermo #iosonorosanero #seried #calcioitaliano #curvanordinferiorepalermo #serieatim #sportitalia #curvanordinferione #siciliarosanero #seriebtim #asiciliasemunuatri #pianetarosanero #legacalcio #forzarosaneri #uscpalermo #seriebeurobet #bhfyp

  •  39  0  23 May, 2020
  • LA COPPA SCIPPATA

Clamoroso al Cibali.
Il vantaggio firmato Ignazio dura soltanto un minuto.
Il giorno della Befana, a CATANIA, vale un punto ma non mi cruccio più di tanto.
VARESE, ASCOLI, TERNANA, perfino il COMO che finirà quarto e non promosso, hanno un altro passo.
Settimo posto finale e andiamo comunque a sognare.
Perché FIORENTINA, JUVE e LAZIO hanno pagato dazio e siamo all'atto finale.
È la prima volta, è la prima disdetta, di una Coppa maledetta.
Ai posteri, per sempre ricordata, come LA COPPA SCIPPATA.

Tre finali di COPPA ITALIA perse, ma nella memoria del tifoso ROSANERO la prima, quella del ’74, brucia di più.
A ROMA, l’atto finale: è il 23 di Maggio, una data che impareremo ad odiare per sempre, al di là del calcio.
BOLOGNA - PALERMO dovrebbe essere una gara a senso unico, con i rosa che disputano la serie cadetta.
Alla vigilia, sembrano le vittime sacrificali.
Sarà così: ma non per inferiorità tecnica.
Intorno alla mezz'ora Magistrelli porta in vantaggio il Palermo e lo fa con una rete da antologia.
Il cross di Favalli è perfetto: lo stacco è veemenza, potenza, sentenza, l'essenza di questo sport.
La sua testa sembra un piede che calcia al volo: se la vedrete, la rivedrete a più riprese.
Articolo completo su
ilpalermo.net

SOCIETÀ SPORTIVA CALCIO PALERMO
1973-1974

CIBALI EDITION

SERIE B: 7° posto
COPPA ITALIA: Finale

Presidente: Renzo Barbera
Allenatore: Corrado Viciani

Maggiori presenze: Arcoleo, Vanello (32)

Miglior marcatore: La Rosa (15)

In piedi da sinistra:
La Rosa, Vanello, Arcoleo, Pighin, Ballabio, Pepe.

Accosciati:
Barlassina, Barbana, Viganò, Zanin, Bellavia. 
Photo colored & Article by Dario Romano
ilpalermo.net

#palermo #palermocalcio #uspalermo #ssdpalermo #rosanero #siamoaquile #ignazioarcoleo #arcoleo #coppaitalia #serieb #seried
  • LA COPPA SCIPPATA

    Clamoroso al Cibali.
    Il vantaggio firmato Ignazio dura soltanto un minuto.
    Il giorno della Befana, a CATANIA, vale un punto ma non mi cruccio più di tanto.
    VARESE, ASCOLI, TERNANA, perfino il COMO che finirà quarto e non promosso, hanno un altro passo.
    Settimo posto finale e andiamo comunque a sognare.
    Perché FIORENTINA, JUVE e LAZIO hanno pagato dazio e siamo all'atto finale.
    È la prima volta, è la prima disdetta, di una Coppa maledetta.
    Ai posteri, per sempre ricordata, come LA COPPA SCIPPATA.

    Tre finali di COPPA ITALIA perse, ma nella memoria del tifoso ROSANERO la prima, quella del ’74, brucia di più.
    A ROMA, l’atto finale: è il 23 di Maggio, una data che impareremo ad odiare per sempre, al di là del calcio.
    BOLOGNA - PALERMO dovrebbe essere una gara a senso unico, con i rosa che disputano la serie cadetta.
    Alla vigilia, sembrano le vittime sacrificali.
    Sarà così: ma non per inferiorità tecnica.
    Intorno alla mezz'ora Magistrelli porta in vantaggio il Palermo e lo fa con una rete da antologia.
    Il cross di Favalli è perfetto: lo stacco è veemenza, potenza, sentenza, l'essenza di questo sport.
    La sua testa sembra un piede che calcia al volo: se la vedrete, la rivedrete a più riprese.
    Articolo completo su
    ilpalermo.net

    SOCIETÀ SPORTIVA CALCIO PALERMO
    1973-1974

    CIBALI EDITION

    SERIE B: 7° posto
    COPPA ITALIA: Finale

    Presidente: Renzo Barbera
    Allenatore: Corrado Viciani

    Maggiori presenze: Arcoleo, Vanello (32)

    Miglior marcatore: La Rosa (15)

    In piedi da sinistra:
    La Rosa, Vanello, Arcoleo, Pighin, Ballabio, Pepe.

    Accosciati:
    Barlassina, Barbana, Viganò, Zanin, Bellavia.
    Photo colored & Article by Dario Romano
    ilpalermo.net

    #palermo #palermocalcio #uspalermo #ssdpalermo #rosanero #siamoaquile #ignazioarcoleo #arcoleo #coppaitalia #serieb #seried

  •  87  2  23 May, 2020

Top #ssdpalermo Posts

  • UNO DEI GIORNI PIÙ EMOZIONANTI E BELLI DI TUTTA LA MIA VITA❤️ Voi eravate in campo con me, mi sentivo fuori posto in mezzo a tutti quei campioni. Stare vicino a idoli come @fabrizio_miccoli @luca_toni.9 @ilicic72 @bombardinidavide Migliaccio, Cappioli, Berti, Schillaci... Vi giuro a parole è difficilissimo raccontare tutto ciò... ma io non guardare sempre i giocatori anzi... Avevo gli occhi puntati su di voi... vi sentivo cantare e cantavo con voi, vi guardavo saltare e saltavo con voi, ho avuto i brividi per circa 3 ore.
Sono rimasto sotto la curva da solo anche a fine partita... voi cantavate e io urlavo per sentirvi più vicini a me, perché quest'esperienza è anche grazie a tutti voi se sono riuscito a realizzarla. 
Un giorno come questo rimarrà sempre impresso nella mia mente.
QUESTA È LA NOSTRA RINASCITA! 
SEMPRE e SOLO FORZA PALERMO! 
GRAZIE A TUTTI DI VERO CUORE❤️ #palermo #ssdpalermo #siamoaquile #kundispa #kundispaPalermo #palermocalcio #miccoli #toni #zaccardo #palermolegends #renzobarbera #stadio #ultras #dream #palermocity #photopalermo #photo #youtube
  • UNO DEI GIORNI PIÙ EMOZIONANTI E BELLI DI TUTTA LA MIA VITA❤️ Voi eravate in campo con me, mi sentivo fuori posto in mezzo a tutti quei campioni. Stare vicino a idoli come @fabrizio_miccoli @luca_toni.9 @ilicic72 @bombardinidavide Migliaccio, Cappioli, Berti, Schillaci... Vi giuro a parole è difficilissimo raccontare tutto ciò... ma io non guardare sempre i giocatori anzi... Avevo gli occhi puntati su di voi... vi sentivo cantare e cantavo con voi, vi guardavo saltare e saltavo con voi, ho avuto i brividi per circa 3 ore.
    Sono rimasto sotto la curva da solo anche a fine partita... voi cantavate e io urlavo per sentirvi più vicini a me, perché quest'esperienza è anche grazie a tutti voi se sono riuscito a realizzarla.
    Un giorno come questo rimarrà sempre impresso nella mia mente.
    QUESTA È LA NOSTRA RINASCITA!
    SEMPRE e SOLO FORZA PALERMO!
    GRAZIE A TUTTI DI VERO CUORE❤️ #palermo #ssdpalermo #siamoaquile #kundispa #kundispaPalermo #palermocalcio #miccoli #toni #zaccardo #palermolegends #renzobarbera #stadio #ultras #dream #palermocity #photopalermo #photo #youtube

  •  3,212  62  27 August, 2019
  • This will be Palermo’s home kit for the 2019-20 season. 
Over 62% of Rosanero fans voted for this Kappa shirt. The design is simplistic, however, it also keeps the club’s tradition. It was an intelligent move for Palermo to get the fans involved. 
Thoughts on this kit?
  • This will be Palermo’s home kit for the 2019-20 season.
    Over 62% of Rosanero fans voted for this Kappa shirt. The design is simplistic, however, it also keeps the club’s tradition. It was an intelligent move for Palermo to get the fans involved.
    Thoughts on this kit?

  •  127  7  2 September, 2019